Mesagne (BR) – Sala Convegno del Castello 23 Settembre 2016
La partecipazione al corso è gratuita.
Il corso è rivolto a 150 partecipanti delle seguenti discipline. Medico chirurgo; farmacista; biologo; logopedista; podologo; tecnico sanitario laboratorio biomedico; tecnico sanitario di radiologia medica; terapista occupazionale; psicologo; fisico sanitario; ortottista/assistente di oftalmologia; assistente sanitario; infermiere pediatrico; tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare; tecnico ortopedico; odontoiatra; chimico; tecnico audiometrista; tecnico audioprotesista; fisioterapista; infermiere; terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva; dietista; educatore professionale; tecnico della riabilitazione psichiatrica; tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro; igienista dentale; ostetrica/o; tecnico di neurofisiopatologia.
Le iscrizioni verranno accettate in ordine cronologico e dovranno essere effettuate entro il 20 settembre 2016.
Al corso sono stati assegnati 6 crediti formativi ecm.
L’evento è stato accreditato nell’ambito del programma nazionale di Educazione Continua in Medicina (RES. N° 5129-167954).

Iscrizioni: fax +39 1782 73 21 93 – email: iscrizioni@sepas.it

»» scarica il programma

Negli anni le abitudini alimentari sono cambiate e la nostra popolazione, complici anche gli estenuanti ritmi di vita imposti dalla vita moderna, si è allontanata in maniera più o meno marcata dal salutare utilizzo della dieta mediterranea, ormai concordemente riconosciuta come la più equilibrata dal punto di vista nutrizionale.
Certamente l’aspettativa di vita è aumentata, con i conseguenti forti impegni economici per la sostenibilità del piano salute, e ciò ha reso indispensabile una revisione sistematica dell’utilizzazione delle risorse.

Risorse che, anche per Paesi cosiddetti ‘ricchi’, hanno subìto una forte flessione, per cui è fin troppo semplice giungere alla conclusione che solo attraverso una prevenzione efficace e l’acquisizione di corretti modelli di vita sarà in futuro, ma già dai giorni nostri, possibile raggiungere l’obiettivo che in modo globale sta a cuore a tutti: il mantenimento della salute.

Modificare gli stili di vita, agendo in primo luogo sull’esercizio fisico e le abitudini alimentari, può significare mettere in moto tutti quei meccanismi necessari alla prevenzione di patologie croniche quali quelle cardio-cerebro-vascolari (al primo posto come causa di mortalità), quelle metaboliche, le malattie osteo-articolari, alcune forme neoplastiche, etc.

La promozione della salute, attraverso la cultura della sana alimentazione, necessita dell’azione coordinata di diversi attori sociali, tra cui sicuramente il medico di medicina generale, che si trova ad operare nel sociale, ove sempre più stringente è il rapporto tra malattia ed errata alimentazione.

Il medico di famiglia, a continuo e diretto contatto con il paziente-consumatore, è il punto di riferimento privilegiato per una corretta ed efficace comunicazione.
Dette finalità devono derivare da un nuovo modello di collaborazione a forte impronta multidisciplinare che coinvolga tutti i professionisti della salute per una maggiore appropriatezza della presa in carico.

Incontriamoci pertanto per iniziare un nuovo cammino.

Post precedente Stili di vita e salute
Post Successivo Vinci con lo Sport

Lascia un commento