Warning: getimagesize(http://www.mslm.it/wp-content/uploads/2016/10/hph_02-300x198.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /home/itali373/public_html/wp-content/plugins/wp-open-graph/output.class.php on line 306

»» scarica il programma
»» scarica la locandina

hph_02
XVII CONFERENZA NAZIONALE HPH
PROMOZIONE DELLA SALUTE PER BAMBINI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO
DIREZIONE FUNZIONI ASSISTENZIALI
Sezione Formazione ECM
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Viale Ferdinando Baldelli, 38 – Roma

12 DICEMBRE 2016
La promozione della salute dei bambini e degli adolescenti.
Linee di intervento internazionali e nazionali
Moderano: Paolo CONTU e Giulio FORNERO

13 DICEMBRE 2016
Promozione di un ambiente child-friendly
Continuità della promozione della salute e cooperazione con altri
contesti/setting
(9.00 – 9.30 : Intervento del Dott. Luigi Maselli
Influenza dell’ambiente indoor e outdoor : Influenza dell’ambiente
relazionale e fisico sul percorso evolutivo di bambini e adolescenti
nei diversi contesti di vita e assistenza.
)

Moderano: Cristina AGUZZOLI e Giulio FORNERO

La salute intesa come risorsa per la crescita individuale e sociale rivolta a realizzare il pieno sviluppo del proprio potenziale umano comporta ovviamente una concomitanza di condizioni e di opportunità di sviluppo che investe la società nel suo complesso e particolarmente alcuni settori, fra i quali risaltano quelli dell’economia, della istruzione e della sanità.
I sistemi sanitari in particolare, per il loro mandato istituzionale e professionale, costituiscono punti di riferimento particolarmente autorevoli, a condizione che sappiano esprimere non solo le tradizionali competenze curative e riabilitative, ma anche capacità di ascolto e lettura delle problematiche meta-cliniche, di stimolo e supporto per lo sviluppo di capacità di autonomia e auto-realizzazione, di rafforzamento di quelle attitudini personali che riguardano la gestione del proprio stato di salute, di individuazione delle possibili risorse e supporti, a partire dal nucleo famigliare: si potrebbe dire, in sintesi, capacità di considerare non solo l’evoluzione dei fattori patogenici ma anche quella dei fattori salutogenici.

Ciò vale in particolare per le fasce di età infantile ed adolescenziale particolarmente ricche di potenziale da esprimere e sensibili a processi di apprendimento fra i quali l’assimilazione di conoscenze utili alla gestione della propria salute, l’adozione di comportamenti e stili di vita sani e responsabili, la acquisizione di atteggiamenti di resilienza, o se si preferisce di coping, contro episodi di malattia e contro le avversità della vita.

Va poi considerato che bambini ed adolescenti non costituiscono solo le generazioni prossime, alle quali quelle adulte manifestano naturalmente attenzioni e cure particolari in virtù della loro veste genitoriale, parentale o comunque di vicinanza empatica: esse rappresentano anche parte di quelle generazioni future verso le quali quelle attuali sono chiamate ad assumere precise responsabilità collettive di ordine etico, come sancito dalla Dichiarazione sulle responsabilità delle generazioni presenti verso le generazioni future (UNESCO, Parigi, 1997), in virtù di un senso di solidarietà che riguarda non solo il prossimo ma anche le generazioni future.

Gli ospedali ed i servizi sanitari per la promozione della salute, nel rivolgersi a bambini ed adolescenti, assolvono dunque – insieme ad altre istituzioni – una funzione sociale e culturale rappresentata non solo dal meritorio servizio verso la società contemporanea ma anche ispirata da valori universali intergenerazionali.

Post precedente ILMA al Festival dell’Oriente – 2 Ottobre 2016
Post Successivo Lifestylemedicine 2017 – Westin La Paloma Resort / Tuscon, AZ

Lascia un commento